La villa si posiziona tra i migliori resort di lusso italiani e per questo l’identità visiva deve allinearsi a degli standard precisi e consolidati per questo tipo di target.

Villa Vallebuia, San Gimignano

Villa Vallebuia è una splendida residenza circondata da vigne e boschi in una vallata nei pressi di San Gimignano, in Toscana.
La villa si posiziona tra i migliori resort di lusso italiani e per questo l’identità visiva deve allinearsi a degli standard precisi e consolidati per questo tipo di target. Il logo è stato concepito per avere un richiamo tra la storicità del territorio e il contrasto con la modernità degli arredi.
San Gimignano è stato infatti eletto patrimonio dell’Unesco per via del paesaggio architettonico rimasto quasi intatto dal medioevo e dal periodo delle Signorie il cuiSan Gimignano aveva un ruolo fondamentale insieme alla florida Firenze.

Le architetture della villa, nata nel ‘600, rispecchiano lo stile diffuso nelle residenze campestri autentiche di questa terra.
La volta a botte ribassata contraddistingue gli ambienti interni del piano terra, mentre i secondi piani sono caratterizzati dal soffitto ligneo a travi.
I tre gigli ordinati attribuisco al marchio una connotazione distinta in linea con gli stemmi delle famiglie nobili. Le tonalità vanno su una scala cromatica vicina al verde rame.

Il marchietto si presta ad essere utilizzato come elemento legante della brand identity, in questo caso diventando un pattern utilizzabile nell’immagine coordinata. Il motivo floreale inserito nel logo è una rivisitazione grafica dei 3 gigli donati da Firenze a questo territorio e presenti tuttora nel gonfalone della città di San Gimignano.
Il giglio (o probabilmente l’iris) è un simbolo utilizzato in diversi periodi storici e in diverse insegne araldiche sia in Francia che in Italia, ma col tempo si è consolidato come elemento distintivo di Firenze e delle sue signorie.
La molteplicità dei gigli simboleggiano inoltre la disposizione fisica della residenza, circondata completamente dal verde.
Il marchio diventa quindi un vero e proprio stemma utilizzabile anche privo del payoff come sigillo della villa.

Nella brand identity è stato inserito un Google Font snello e slanciato (il Poppins) che contrasta il marchio, consolidando molto bene il rapporto tra “importanza storica” e “stile moderno”, elemento chiave dell’identità visiva.
Il logo Villa Vallebuia ha un tono di voce lussuoso e signorile, che esalta l’importanza storica della struttura ma crea un’immagine visiva in un contesto moderno e affine a un tipo di turismo abituato a un ambiente luxury.

Questa variante del logo è stata presentata come seconda alternativa. Presenta due differenti font, un corsivo handwritten e un bastoni, e rappresenta il perfetto connubio che c’è nella villa tra architettura e natura, tra antico e moderno, un gioco eccezionale di contrasti vivi e affascinanti.
La villa è circondata da 15 ettari di vigne, oliveti e boschi. Non mancano le vie punteggiate da cipressi in tipico stile toscano, simboleggiate nel logo dalle due L affiancate. Dalla terrazza si gode di una vista meravigliosa con un paesaggio collinare evocato invece dalle due parole sovrapposte.
Anche questa proposta alternativa ha un tono di voce lussuoso e signorile, che anticipa l’aspetto della villa composta da diverse strutture perfettamente inserite nel verde, creando un’immagine visiva in un contesto moderno e affine a un tipo di turismo abituato a un ambiente luxury.

Questa terza e ultima variante ha una visione più concettuale e classicheggiante, senza dubbio altrettanto adatta a una villa di questo tenore. Sono stati usati gli elementi del logotipo, quindi le lettere o parti di esse, per creare una versione stilizzata della facciata della villa.